"La grande casa nel bosco"

Villa Primula!

A mezzora d'auto da Torino e dalle Regge Sabaude, a 700 mt di altitudine nel cuore della Valle di Susa, all'interno di uno scenario naturalistico d'eccezione, Villa Primula è una residenza sia estiva che invernale, a disposizione di famiglie e gruppi per brevi e lunghi periodi di vacanza, da 3 giorni sino all'intera stagione.

Inserita in un parco di 10.000 mq, con un parcheggio interno per una decina di vetture, mette a disposizione dei suoi ospiti sino a 15 posti letto, un grande soggiorno, servizi e spazi comuni oltre ad un terrazzo di oltre 150 mq, per prendere il sole e pranzare all'aperto.

E' l'ideale per una vacanza all'insegna della natura con splendidi itinerari locali ma anche la base per visitare Torino e le località delle Valli Alpine.

A due passi da Torino

reggia-venaria-small.jpgVilla Primula è un luogo ideale anche come base per gite in giornata a Torino: è a circa 15 minuti d'auto da alcune delle Reggie Sabaude come il Castello di Rivoli e la Reggia di Venaria; è a 25 minuti dal centro città  con le sue imperdibili eccellenze artistiche, dal Museo Egizio alla Mole Antonelliana, al Polo Reale con Palazzi, Castelli e Chiese Monumentali. [Continua]

Vacanze estive e invernali

alpi-bike-small.jpgVilla Primula è situata al centro della Valle di Susa, in un area nota per i suoi itinerari naturalistici, con un clima estivo  ideale ed un circuito ALPI BIKE noto a livello internazionale.
Oltre 100 km di sentieri segnati partendo direttamente dal piazzale della casa, e innumerevoli percorsi nelle circostanti montagne, dal Musinè, al Parco dell'Orsiera, lungo la bassa ed alta valle e in comunicazione ... [Continua]

Abbazie, castelli e leggende

abbazia-sant-antonio-ranverso-small.jpgLa Valle di Susa sino dall’antichità più remota ha rappresentato un passaggio obbligato verso il Nord, ed era considerata la “chiave d’Italia” per chi voleva calare nella Penisola.
Annibale è transitato attraverso il Valico del Monginevro, Giulio Cesare è risalito in marcia verso le Gallie, al contrario i Franchi di Carlo Magno calarono in Italia attraverso il Valico del Moncenisio. [Continua]